Stemma e logo
Immagini caratteristiche
Indirizzo: Via Umberto I n. 27 - 54013 Fivizzano MS - Telefono: 0585/94211 - P. IVA: 00087770459 - N. abitanti: 8448 -

Sei in:  home » uffici » Tasse e Tributi » Consulenza accertamenti e riscossione Tarsu/Tares, ICI e IMU » ICI - TARSU - TARES - IMU - IUC - TOSAP - Pubblicità » scheda prestazione

Eventi del mese

Vai al mese precedente Novembre 2018 Vai al mese successivo
L M M G V S D
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30

ICI: QUALE ALIQUOTE APPLICARE NEL 2011

Referenti

 

 

Oggetto della prestazione

I.C.I 2011

Ordinaria 7 per mille

Abitazione principale 6,5 per mille

Quando pagare......
Entro il 16 giugno 2011 la prima rata pari al 50 per cento dell'imposta dovuta calcolata sulla base dell'aliquota e delle detrazioni dei dodici mesi dell'anno precedente.
Dal 1° al 16 Dicembre 2011 va pagato il saldo dell'imposta dovuta per l'intero anno, con eventuale conguaglio sulla prima rata versata. Attenzione il contribuente può pagare l'intera imposta in un'unica soluzione entro il 16 di giugno 2011.

Istruzioni...

Con il Decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze del 12/05/2009 è stato approvato il modello di dichiarazione ICI per l'anno 2008 e seguenti. Dal 2008, va presentato solo quando le modifiche che determinano un diverso importo dell'imposta dovuta sono relative a riduzioni d'imposta e nei casi in cui tali variazioni non sono immediatamente acquisibili da parte dei comuni attraverso la consultazione della banca dati catastale.
La soppressione dell'obbligo dichiarativo discende dall'effettiva operatività del sistema di circolazione e fruizione dei dati catastali, accertata con provvedimento 18/12/2007 del Territorio. Grazie all'interscambio informativo, infatti, gli enti locali possono direttamente accedere ai dati relativi agli immobili in essi situati, contenuti negli archivi informatici del Catasto.
In pratica, la dichiarazione ICI non deve essere presentata quando gli elementi rilevanti ai fini dell'imposta dipendono da atti per i quali sono applicabili le procedure telematiche attraverso il modello unico informatico (MUI). Si tratta del modello tramite il quale i notai effettuano la registrazione, la trascrizione, l'iscrizione e l'annotazione nei registri immobiliari, nonché la voltura catastale di atti relativi a diritti sugli immobili.
In particolare, l'utilizzo del MUI è obbligatorio dal 15 giugno 2004 per gli atti di compravendita di immobili e per gli adempimenti relativi agli atti di cessione e costituzione, a titolo oneroso, dei diritti reali di proprietà, usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, superficie; dal 1° giugno 2007, invece, per tutti gli altri atti formati o autenticati da quella data.
Viceversa, la dichiarazione deve essere presentata:
• per gli immobili che godono di una riduzione dell'imposta (come nel caso dei fabbricati dichiarati inagibili o inabitabili e di fatto non utilizzati, o dei terreni agricoli posseduti e condotti da coltivatori diretti o da imprenditori agricoli). Le riduzioni vanno dichiarate sia quando si acquista che quando si perde il relativo diritto;
• per gli immobili che sono stati oggetto di atti per i quali non è stato utilizzato il MUI;
• quando il Comune non può acquisire dalla banca dati catastale le informazioni necessarie ai fini del pagamento dell'imposta:
o l'immobile è stato oggetto di locazione finanziaria o di un atto di concessione amministrativa su aree demaniali;
o l'atto ha riguardato un'area fabbricabile, a meno che il valore in comune commercio dell'area alienata non sia mutato rispetto a quello dichiarato in precedenza;
o il terreno agricolo è divenuto area fabbricabile o viceversa;
o l'area è divenuta edificabile in seguito alla demolizione del fabbricato;
o l'immobile ha perso o acquisito il diritto all'esenzione o all'esclusione dall'ICI;
o l'immobile ha perso o acquisito la caratteristica della ruralità;
o l'immobile è stato oggetto di procedura DOCFA;
o l'immobile è di interesse storico o artistico;
o l'immobile è stato oggetto di vendita all'asta giudiziaria, nell'ambito di procedure di fallimento o di liquidazione coatta amministrativa, ecc.
Nel caso di decesso del proprietario o di un soggetto titolare di un diritto reale, non si deve presentare la dichiarazione di variazione. Ciò nonostante, nel caso di abitazione rimasta a disposizione del coniuge superstite, si invita comunque ad inviare la dichiarazione ICI.
Per un'elencazione esaustiva dei casi in cui la dichiarazione va presentata si rimanda alle Istruzioni per la compilazione predisposte dal Ministero dell'Economia e delle Finanze.
La Dichiarazione I.C.I. deve essere presentata, limitatamente agli immobili siti nel Comune di Fivizzano, se si rientra in uno dei casi di cui sopra e solo se si sono verificate variazioni nel corso del 2010 al Comune di Fivizzano - Ufficio Tributi - Via Umberto I, n.27, 54013 - Fivizzano in uno dei seguenti modi
1. Con spedizione a mezzo posta del modello di dichiarazione con raccomandata senza ricevuta di ritorno;
2. con consegna diretta all'ufficio succitato che restituisce la copia con la ricevuta.
Termini di presentazione della dichiarazione ICI per l'anno fiscale 2010
La dichiarazione deve essere presentata entro il termine di presentazione della dichiarazione dei redditi relativa all'anno in cui il possesso ha avuto inizio.
Per avere un quadro completo dei termini di presentazione della dichiarazione ICI occorre ricordare che la dichiarazione dei redditi va presentata a scadenze differenziate.
LE SCADENZE DIFFERENZIATE
Scadenze Contribuenti
30 aprile per coloro che presentano il modello 730 al sostituto d'imposta
1 giugno per coloro che presentano il modello 730 al CAF o professionista abilitato
30 giugno per coloro che presentano il modello Unico cartaceo, tramite una banca o un ufficio postale
30 settembre per coloro che presentano il modello Unico per via telematica
Si precisa che questa Amministrazione ritiene comunque regolari le dichiarazioni presentate entro il 30 settembre 2011.

Versamento...
Il versamento dell'Imposta deve avvenire mediante l'utilizzo di apposito bollettino postale, sul c/c n. 12059556, intestato a - Comune di Fivizzano - Servizio Tesoreria -

In alternativa, il pagamento può essere effettuato mediante il Modello - F24 -


Per informazioni
Ufficio Tasse e Tributi Via Umberto I n.27, a disposizione lunedì, Martedì, Mercoledì,Giovedì e Venerdìdalle ore 8,30 alle ore 12,30 - tel. 0585/942123 - 0585/942140 - 0585/942127 fax 0585/942143 e-mail tributi@comune.fivizzano.ms.it. Si consiglia di concordare telefonicamente l'eventuale appuntamento.

Aliquote, riduzioni ed esenzioni sono desumibili nel Regolamento e nella Delibera di approvazione tariffe di seguito allegate.

Allegato Icona del file usogratuitoici.pdf - 29.09 Kb

mod. domanda concessione uso gratuito

Allegato Icona del file deliberaICI2011.pdf - 62.28 Kb

Delebera aliquote ICI 2011

Allegato Icona del file regolamentoICI2009.pdf - 90.05 Kb

Regolamento ICI 2009

Pagina aggiornata il 19/12/2013 da admin
Web Accessibility Initiative (WAI) CSS Valido! XHTML 1.0 valido! Scarica l'ultima versione di Adobe Reader Scarica Word Viewer 2003
Sito web realizzato da SPAD srl | Scrivi al Webmaster
Content Management System: Openpage_base