Stemma e logo
Immagini caratteristiche
Indirizzo: Via Umberto I n. 27 - 54013 Fivizzano MS - Telefono: 0585/94211 - P. IVA: 00087770459 - N. abitanti: 8448 -

Sei in:  home » uffici » Ambiente - RIFIUTI - NEWS » UFFICIO CAVE E AMBIENTE » AUTORIZZAZIONE ALL'ATTIVITA' ESTRATTIVA DI CAVE E TORBIERE » scheda prestazione

Eventi del mese

Vai al mese precedente Settembre 2018 Vai al mese successivo
L M M G V S D
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30

Procedimento Autorizzativo

Oggetto della prestazione

Le aree estrattive del Comune di Fivizzano insistono nelle aree contigue di Parco pertanto l'iter autorizzativo di competenza comunale prevede l'assunzione da parte del Parco Regionale delle Alpi Apuane della Valutazione di Impatto Ambientale secondo le procedure previste dalla L.R. 79/98 e del Regolamento del Parco, solo al pronunciamento della VIA, che prevede tra l'altro il Vincolo Idrogeologico e il Vincolo Paesaggistico ha inizio l'iter di competenza comunale per il rilascio dell'autorizzazione.

 

 

Modalità di richiesta

Il procedimento ha inizio con la presentazione di una domanda in carta da bollo, redatta ai sensi dell'art.12 della L.R. del 3 novembre 1998, N°78, e corredata dalla documentazione richiesta nelle istruzioni tecniche, nella quale chiunque intenda procedere alla coltivazione di materiali di cava o torbiera, su aree delle quali abbia la disponibilità, deve richiederne l'autorizzazione all'escavazione al Comune, in conformità con le previsioni dello strumento urbanistico comunale

Modalità e tempi di erogazione del servizio

L'ufficio, verificata la completezza della documentazione presentata, entro 20 gg avvia il procedimento, curandone la pubblicazione e la trasmissione agli enti interessati. Il responsabile del procedimento convoca entro 50 gg una Conferenza dei Servizi per l'espressione dei pareri e
l'acquisizione delle autorizzazioni e nullaosta necessari degli enti interessati (Parco, ARPAT, ASL n° 1 Settore P.I.S.L.L.)
In caso di richiesta di documentazione integrativa, possibile per una sola volta, il procedimento è sospeso fino alla trasmissione degli stessi. Entro i 20 gg successivi alla conclusione dei lavori della
Conferenza viene rilasciato il provvedimento di autorizzazione, previa presentazione di garanzia fideiussoria. Il procedimento si conclude entro 100 gg salvo sospensione dei termini in caso di richiesta di documentazione integrativa.

In caso di mancato rilascio dell'autorizzazione entro 20 gg dalla conclusione dei lavori della Conferenza si può richiederne l'adempimento al Comune, con atto notificato o raccomandata trasmesso nel termine di 15 gg. Decorso inutilmente tale termine è possibile inoltrare istanza al difensore civico regionale per l'attivazione del potere sostitutivo.

Il titolare dell'autorizzazione ha l'obbligo di versare al Comune un contributo, ai sensi dei commi 3 e 4 dell'art.15 della L.R. del 3 novembre 1998, N°78.

Leggi e norme di riferimento

L.R. 79/98 (Valutazione di Impatto Ambientale)
L.R. 78/98 (Attività d'escavazione);
L.R. 39/00 (Vincolo Idrogeologico);
D.Lgs. 490/99 (Vincolo Paesaggistico);
L.R. 65/97 (Parco Alpi Apuane);
D.Lgs. 22/97 (Smaltimento e recupero rifiuti);
DPR 203/88 (Emissione in atmosfera);
D.Lgs. 152/99 (Scarico acque).

Responsabile del procedimento Germano Ginesi
Pagina aggiornata il 27/02/2012 da admin
Web Accessibility Initiative (WAI) CSS Valido! XHTML 1.0 valido! Scarica l'ultima versione di Adobe Reader Scarica Word Viewer 2003
Sito web realizzato da SPAD srl | Scrivi al Webmaster
Content Management System: Openpage_base